Meloni: “Chi ratifica il Ceta è un traditore dell’Italia e del Mezzogiorno”

0
4
epa05586442 People carrying baloons forming the slogan "STOP CETA" march during a demonstration against the CETA and TTIP trade agreements, in Warsaw, Poland, 15 October 2016. A coalition of organisations wants to stop the both controversial Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA) between Canada and the European Union (EU) and the Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) between USA and the EU. EPA/JACEK TURCZYK POLAND OUT

“Giù le mani dal Sud. Chi ratifica il Ceta, non può essere nostro alleato”. Lo scrive su Facebook Giorgia Meloni. Il Sud “è una risorsa da valorizzare, fucina di eccellenze e prodotti di qualità che i cinesi non potranno copiarci mai – sostiene – Fratelli d’Italia è dalla parte del Mezzogiorno senza se e senza ma e lavora su un pacchetto di proposte per rilanciarlo partendo dalla difesa dei nostri prodotti e dal turismo che è il nostro petrolio”.

“Giù le mani dal Sud – continua Meloni – lo diciamo alla politica italiana, fatta di tanti proclami e zero risultati e soprattutto all’Unione Europea che da anni prova a metterlo in ginocchio con provvedimenti indegni, ultimo il Ceta, l’accordo di libero scambio Ue-Canada, che rischia di essere il colpo mortale per due ragioni: il trattato riconosce e tutela solo 41 denominazioni italiane di origine protetta su circa 300. La seconda: di queste 41 solo 4, ovvero nemmeno
il 10%, riguardano prodotti del Sud Italia. La nostra posizione è chiara: per Fratelli d’Italia chi voterà in Parlamento la ratifica del Ceta è un traditore dell’Italia e del Mezzogiorno e non potrà mai essere nostro alleato”. FONTE

loading...